mercoledì 23 luglio 2014

Essere mamma

Sono giorni che cerco di memorizzare pensieri per il mio primo post ufficiale da mamma, ma si perdono tra un pianto, un cambio pannolino e qualche rara ora di sonno. Che dire.. è tutto cambiato. Completamente. Stravolto.
Le ultime settimane ero proiettata nel parto, sul dolore, volevo essere "pronta", "preparata" e invece ho scoperto che il vero scoglio non è la sofferenza fisica, ma è il dopo, è capire il pianto di quel fagotto che ti guarda corrucciato. Ancora una volta mi ero preoccupata per me. Adesso son qui.. che cerco di battere piano i tasti del pc per non rompere questo magico incantesimo del suo pisolino..e me lo vedo sorridere, con questa testa di capelli scuri inaspettati: ancora una volta la natura ci ha sorpreso! 

Ci stiamo ancora annusando, scoprendo.. e spero presto di esser pronta ad interpretare le sue esigenze. Ettore è un bambino sano, un mangione vorace e un pò ingordo, sembra già che abbia un modo di fare tutto suo... ma forse sono gli occhi di una mamma a parlare.

Chissà quante cose originali speravo di dire in questo momento, in realtà sto cercando di vivere al meglio tutto questo trambusto di emozioni, paure e gioia.


Devo capire lui, devo capire me... son fatta così, ho bisogno di tempo.. di silenzio, per scrutare al meglio questo meraviglioso dono che la vita ci ha dato!

Un abbraccio,
al prossimo pisolino, se non avrò da lavarmi, sistemare casa o preparare da mangiare vi aggiornerò!
Angela

mercoledì 11 giugno 2014

manchi solo tu

Sono decisamente caduta anche io nella "sindrome da nido" e quando riesco a ritagliarmi del tempo mi dedico volentieri alla preparazione delle piccole cose per il bimbo in arrivo.. come la culla!Vi avevo già detto che avrei ereditato questa culletta di famiglia ed ora eccola qua. Manca solo un telo di garza che farà da tendina giusto per proteggere un pò la testa, ma devo ancora comprare la stoffa e cucirla! Devo sbrigarmi..


il fiocco è già pronto: semplice, semplice, come piace a me!!


E così ecco svelato anche il nome... si chiamerà Ettore, per alcuni è un nome "troppo antico", per altri.. "impegnativo", ma a noi piace molto ed è quello che conta..Non so quanto il nome influisca nel carattere di una persona, ma se così fosse spero che possa essere un augurio per essere un bambino forte e coraggioso!


ci tenevo tanto che avesse un bambolotto Waldorf che gli tenesse compagnia, così, grazie all'aiuto di Chiara, una mia carissima amica, nonchè maestra d'asilo in una scuola Steineriana ho fatto questo dolce dou dou, interamente in tessuti naturali e imbottito di lana ( devo ancora finire di cucire il colletto!!)

Altre cose...direi che siamo pronti (almeno materialmente), come vi dicevo abbiamo ereditato passeggino e vestitini da due mie cugine e questo è stato un bel risparmio oltre che un bel gesto per riciclare e"passarsi" consigli!

Manca solo lui..

Ho un pò paura, vi confesso, ma sono tanto tanto emozionata. Ho già detto agli amici più stretti e a qualche parente, ma con l'occasione lo faccio anche qui, che non ho piacere di vedere troppe persone in ospedale. Voglio godermi questi giorni, seppur di fatica, solo con mio marito e i miei genitori.. non voglio dovermi preoccupare di avere i capelli a posto o di dover far portare il piccolo al nido poichè arrivano troppe persone. Non vorrei essere scortese con chi viene perchè non ho voglia di chiacchierare o di "fingere di dormire" come sento dai consigli di alcune mamme, preferisco essere sincera! 

Detto questo, non vedo l'ora di condividere con tutti questa grande gioia!

Un abbraccio forte forte
Angela

venerdì 6 giugno 2014

consigli e prodotti in gravidanza

Ciao Ragazze, come state? io sto lievitando.. manca ancora un mesetto al lieto evento e vivo un misto di emozioni surreali che vanno dalla curiosità alla paura...ma voglio pensare che sia normale e che sia tutta colpa degli ormoni..

Qualche settimana fa alcune ragazze su Fb mi hanno chiesto che prodotti sto usando durante la gravidanza sapendo che sono "tendenzialmente" attenta ai prodotti naturali, così ho pensato di fare un post con alcune delle cose che ho usato e sto usando.


La linea Weleda mi piace moltissimo perchè è un'azienda molto seria e attenta agli ingredienti (Purtroppo non è un'azienda italiana, ma per ora non ne ho trovate altre paragonabili.)
Partendo da dx vi dirò che prodotti sono e come mi sono trovata:
Shampoo verde al germe di grano: non mi è piaciuto per niente, mi lascia i capelli molto molto pesanti.
Crema viso Confort Amande: inodore e con una texture abbastanza fluida, ne basta molto poca e lascia la pelle piacevolmente morbida.(adatta per chi vuole un trattamento semplicemente nutriente e naturale per tutti i giorni)
Perle viso alla rosa mosqueta: decisamente un trattamento viso più intensivo e che faccio una volta ogni tanto (quando mi ricordo!), lasciano la pelle molto vitale e luminosa però a mio avviso vanno usate la sera poichè essendo oleose il viso impiega molto tempo per assorbirle!
Deodorante spray: fresco e piacevole.. io ho scelto il profumo alla rosa per le sue virtù anche aromaterapiche ma per l'estate consiglio sicuramente anche la linea al limone!
Specifico per la gravidanza c'è l'olio 9 mesi per dare elasticità al corpo e prevenire le smagliature, il profumo è buono e si assorbe abbastanza velocemente,ma non sono del tutto convinta che sia meglio dell'olio di mandorle dolci. L'olio Weleda ha all'interno degli oli essenziali naturali, ma forse col  fatto che possono passare attraverso la placenta ho preferito non ricomprarlo e usare l'olio di mandorle dolci semplice di Erbamea. L'ultimo prodotto di Weleda che sto usando, anch'esso specifico per la gravidanza è l'olio perineale, specifico per rendere elastico il perineo e prepararsi al parto naturale. Non so se sarà poi molto utile ma per ora lo uso nella speranza che possa davvero elasticizzare questi "punti delicati".. vi saprò dire!

Altri prodotti che uso??? fatemi pensare... per la doccia ormai da anni uso le saponette al karitè di L'Occitane o il sapone di Aleppo, in modo da ridurre l'impatto della plastica e usare prodotti nutrienti per il corpo e con meno tensioattivi rispetto ai bagnoschiuma classici. 

Curiosità: ho letto che lo smalto (che fondamentalmente è una vernice) può attraversare, seppur in minima parte, le unghie, così per questi nove mesi ho deciso di rinunciarvi, tanto non mi costa alcun sacrificio!! Attenzione lo stesso alle tinture per capelli in gravidanza, possono, attraversando la cute, essere davvero pericolose!

mi sembra abbia finito l'elenco dei prodotti che uso..fatemi sapere la vostra, se li conoscete e cosa suggerite! ovviamente non sono un'esperta di cosmesi, quindi facciamoci sempre consigliare dal nostro erborista/farmacista di fiducia!

un abbraccio e al prossimo post!
Angela

giovedì 15 maggio 2014

lavoretti, aggiornamenti e curiosità

Penserete che mi stia trastullando sul divano con letture di poesie e passeggiate nel verde... macchè, o meglio.. non solo! Sto lavorando molto, per finire e consegnare alcuni ordini prima della piccola e dovuta pausa estiva.. (sapete com'è.. avrò un frugoletto e mi sa che per i primi mesi sarò ko).

Ultimamente mi capitano numerosi fiocchi di nascita e mi diverto un sacco a prepararli pensando a questi futuri ometti.. dopo Tommaso e Filippo, ieri ho consegnato il fiocco per Ludovico alla sua bella mamma Manuela, alla quale faccio di nuovo i miei più cari auguri.



alcuni prototipi di bomboniere per il Battesimo di Tommy, per una festa tutta a tema Beatrix Potter!


eh già che sono in vena di foto vi mostro uno dei primi regalini per il mio piccolino in arrivo, da parte di zia Chiara.. preso da Violette, un delizioso e (un pò caro) sito francese di vestiti per bebè. 


Tranquille, non ho intenzione di riempirmi di accessori e vestitini costosi per il piccolo, anzi per fortuna ho ereditato un sacco di cosine da una cugina che qualche anno fa ha avuto 2 pupi.. e da una carissima amica (anche lei alle prese con un ometto). Credo vivamente che spendere e spandere per marche e vestitini che si useranno poco o niente sia davvero uno spreco*.. questo non toglie che mi piaccia curiosare un pò tra i vari siti e negozietti.. cercare ispirazioni, non sia mai che mi venga voglia di cucire anche qualche vestitino... 

*sono ben felice di sapere che tra molte giovani mamme esiste una solidarietà e un "passaggio" di vestitini, libri,consigli e quant'altro.. mi sembra un ottimo modo di "crescere tutte insieme".. poi magari è capitato solo a me, spero di no!

Ecco, questi sono gli ultimi aggiornamenti, nel frattempo lievito e mi riprometto di stare un pò attenta all'alimentazione di questo ultimo mese e mezzo perchè come ha detto il medico: "Signora, più mangia lei, più cresce lui"... poi magari non è vero e l'ha detto solo per tenermi d'occhio,  però visto che il bambino dai controlli sembra già grossino meglio che non sgarri troppo!

E voi.. come state passando questo periodo? Quali sono i vostri progetti? 
Un abbraccio forte

Angela






martedì 29 aprile 2014

la mia Pasqua in foto e pensieri..


Domenica di Pasqua in casa in montagna.. relax, vestiti comodi, nessuna formalità. Mentre io poso il latte nel frigo, mia mamma cura il fuoco del forno a legna e "papà supervisiona". Marco non si vede ma fa la foto, è anche lui ancora in pigiama!


Vi ho già parlato di questa casetta, costruita dai miei con tanti sacrifici quando io e mia sorella eravamo piccole.. esempio per noi di pazienza e cura. Persino la rosa rampicante che vedete in foto è stata coccolata e protetta con devozione!

L'Italia è piena di questi paesini arroccati, semi abbandonati dove le case hanno il solo valore di chi le ha costruite perchè non hanno avuto la "fortuna" di nascere in località di prestigio, ma hanno il vero fascino del nostro patrimonio, della vecchia vita contadina, delle nostre radici.. io li adoro, seppur trasandati! Ogni volta che pensiamo ad una vacanza non dimentichiamoci di scoprirli.. l'Italia non è solo Cortina o Courma!


tuta comoda, noi 3, il cane e due passi all'aria aperta: che fortuna!!!


e dopo... una pausa speciale, tutta per noi 2 (o forse dovrei dire 3) al mare, spiaggia libera, pranzo al sacco, profumo di mare e libertà. Era da mesi che sognavo questo momento..un pò d'azzurro e blu dopo il grigiore di Milano e il trasloco a Tortona.. Credo proprio che ci servirà un pò d'energia in vista delle nostre prossime avventure come genitori! 


una piazza dedicata allo sbuffo di vapore acqueo fresco...non è geniale? immagino che ci sia un sistema di riciclo o qualcosa del genere... bisogna ammettere che Nizza offre davvero molto ai suoi visitatori!


la capacità di volare anche stando seduti su una panchina a guardare il cielo... 
ci sto lavorando, credo sia una grande ambizione. La felicità non è solo nel "partire", ma anche nel restare.


un selfie... di 2 innamorati non ha bisogno di ulteriori commenti


un'idea da copiare trovata in un bar.. vasetti di latta colorati, perchè no?


il mio più grande lusso? le coccole e i vizietti, quelle piccole cose che ti rallegrano la giornata e ti mettono proprio di buon umore. Dividere una colombina in due a colazione il sabato prima di Pasqua mi è sembrato il risveglio migliore da tanto tempo. E' bello viziarsi in due, farsi piccoli pensieri.. non è qualcosa da adolescenti o da "bei tempi" ma qualcosa che vorrò fare sempre, perchè amo queste piccole "concessioni". Questo è il vero lusso.. regalarsi sempre attenzioni.. gioielli e borse non fanno per me!

Questa è stata la mia Pasqua.. e voi? cosa avete fatto? 
un abbraccio forte

Angela



martedì 8 aprile 2014

Diventare mamma

Ho sempre pensato che sarei stata una mamma giovane e con Marco abbiamo condiviso questo desiderio ben prima di sposarci, ciò nonostante vedere quel test positivo è stato uno shock. Panico. Ed ora?
I primi tre mesi sono stati difficili, ancora incredula e sconcertata passavo le mattine a vomitare ed il resto della giornata a distrarmi con il lavoro da nausee pazzesche. L'unica cosa che riuscivo a mangiare erano focacce e pizzette. Direi che per tre mesi ho fatto la dieta dei carboidrati d'asporto con assidue e inusuali voglie di hamburger e fast food. (proprio io... quasi vegetariana e salutista).
E' difficile parlare di questi mesi perchè non sono stati leggeress e sognanti. L'ansia e le paure che andasse tutto bene hanno paralizzato parte di me ed avendo familiarità purtroppo con l'handicap, ero parzialmente giustificata da queste paure. Poi ho capito che la cosa più difficile per me, non era solo affrontare le incognite di una vita che cresce dentro di te, (che per quanto tu possa analizzarne il DNA non ti dirà mai che va tutto bene contro ogni ragionevole dubbio), ma proprio l'abbandono totale, l'attesa rispetto ad un ciclo naturale.
Ok aspetto un bambino, come lo faccio? come posso farlo bene, al meglio? Niente, non puoi fare niente, devi essere fiduciosa ed aspettare. Come aspettare? Io che mi faccio tutto da sola, che sono sempre partecipe di ogni cosa nella mia vita, la cosa più grande che una donna possa fare devo farla semplicemente aspettando? Non esiste, io non voglio aspettare un bambino, io voglio fare un bambino, ditemi solo come.

Nessuna risposta, il sorriso nello sguardo di chi ha più esperienza arriva dolce e dice:
" Il tuo corpo sa cosa deve fare, tu devi stare tranquilla, mangiare bene, non stancarti troppo, curarti, la natura va da sé".

Ora che ci penso, visto che faccio seccare anche le piantine aromatiche menomale che la Natura mi da una mano...e che il mio corpo sa da solo come fare. In nessun libro trovi il capitolo, ok, oggi si formano i polmoni del tuo bambino, fai questo esercizio ( lo avrei fatto se lo avessi trovato..)
E invece no, per questa volta, anche la più esuberante e accentratrice delle persone deve trovare la saggezza per accogliere questa piccola vita solo con amore, fiducia e pazienza. ("solo" mica tanto).

Il secondo trimestre è passato veloce, le nausee sono finite, il lavoro ed il trasloco mi hanno distratta dagli strascichi di ansia che per natura mi porto con me e sto approdando all'ultima fase di questo periodo così pieno e silenzioso. 

Oggi mi sento sempre più consapevole, anche se ammetto che una parte di me aspetta di vederlo prima di tirare l'ultimo sospiro di sollievo e gridare "sono davvero mamma". 
Per fortuna in questo turbinio di emozioni ho l'appoggio di un uomo eccezionale, che dal primo giorno ad oggi di questi mesi mi è vicino più che mai e i miei genitori, che con tutti i loro pregi e difetti mi sostengono e mi accompagnano con fiducia e amore. Sono sempre per me un grande esempio. Cosa posso chiedere di più? Si può essere ancora più felici ed appagati di così? Ve lo saprò dire, quando arriverà il momento, di diventare mamma davvero.

Una piccola curiosità:
In Cile ho comprato un biglietto dipinto da un'artista locale, un mese dopo, a casa, ho capito cosa mi ha spinto a scegliere proprio quel piccolo capolavoro: la frase di Neruda che vi è incisa, che quel giorno sbadatamente non avevo tradotto in italiano. 

"Ti accolgo, come la Terra accoglie il seme"



alcune delle ultime letture...


p.s ho scritto questo post, per me molto intimo e personale, per il desiderio di condividere e parlare con voi anche di alcuni lati difficili della gravidanza, che a mio parere non è tutta rosa e fiori,  con la speranza che possa sollevare qualcun altra nel mondo, che come me, pur desiderando un bambino, ha vissuto momenti di smarrimento e paure. Non esistono codici di comportamento e soprattutto tra donne, amiche e anche attraverso il web, è giusto parlarne.
Se vi fa piacere raccontatemi la vostra esperienza in merito alla gravidanza, positiva o negativa che sia, potrà essere utile a me e a qualche altra "mamma in attesa" che ci legge!

Un abbraccio forte
Angela

giovedì 3 aprile 2014

casa nuova - vita nuova p.2

Care amiche,
sono ormai passate due settimane dal cambio città e vi confesso che mostrarvi le foto della nuova casa in divenire è forse una delle ultime cose che vorrei condividere con voi, forse perchè, dopo aver annunciato l'arrivo di un bambino nella nostra vita mi sento più "autorizzata" a non fingere che cose ben più importanti del trasloco stanno avvenendo intorno a noi.

Passo le giornate leggendo (a dire il vero studiando puericultura come una pazza), lavorando su alcuni ordini per le imminenti feste di Maggio e Giugno, (periodo come sempre più intenso per matrimoni e comunioni), ospitando qualche amica per il tè e due chiacchiere (fosse per me avrei sempre la casa piena) e dimenandomi un pò nella nuova vita casalinga tra spesa, commissioni, pulizie e cenette visto che, ufficialmente, siamo venuti via da Milano e dal caos affichè io potessi "stare più tranquilla" e "alleggerire il lavoro" negli ultimi 3 mesi della gravidanza! sì, sono di 7 mesi. Ci sono altre scelte dietro questo cambiamento, ma fondamentalmente abbiamo deciso, con il grande sacrificio soprattutto di Marco che ora fa il pendolare su Milano, di dare priorità agli spazi e al quotidiano in funzione del bimbo che verrà. ( e vi ho anche detto che è un maschietto!)

Quindi, a parte il cucinotto che è finito, il resto della casa è in divenire, un pò come una bella signora che deve andare ad un ballo.. fa mille prove e nell'attesa di trovare l'abito giusto si trastulla indecisa. Non abbiamo fretta di arredarla e per esperienza (6 anni di negozio di arredamento hanno la loro importanza), so che troveremo le cose giuste al momento giusto. E' troppo facile, oltre che costoso, comprare tutto e subito, io voglio godermi ogni nuovo oggetto... cercarlo, scovarlo qua e là, per dare alla nostra casa tutta l'importanza che merita!

Per voi.. curiose, ancora una foto del prima e del dopo.


soggiorno-sala il primo gg che abbiamo visto la casa

soggiorno - sala oggi

Purtroppo la foto non è venuta bene ed avendola schiarita non si vedono le tende a vetro e la luce risulta un pò fredda, per fortuna tutt'altro che dal vivo.
Diciamo che abbiamo dato una rimodernatina a questo vecchio appartamento d'epoca, dove, obbligatoriamente abbiamo tenuto questo magnifico pavimento in cotto!! Purtroppo subito dopo aver dato il bianco è uscita una macchia d'umidità (nella foto in alto a sn) e questa è una delle numerose magagne che si possono incontrare quando si sceglie una casa del centro storico piuttosto che nel nuovo (ma volete mettere??)
Sotto lo specchio c'è un mobiletto fatto dal mio papà con le cassette della frutta, doveva essere un porta patate-cipolle per la cucina, ma ho optato per una mini libreria. (ne metteremo un'altra di fianco, vedete perchè dico "casa in divenire"??).
Il lampadario che abbiamo comprato, dallo stile un pò industriale di latta, (purtroppo originali non ne ho trovati..) faceva una luce troppo " a cono" e toglieva luminosità alla stanza, così lo abbiamo riportato indietro e per ora, finché non troviamo quello giusto... stiamo con la lampadina attaccata al soffitto.

Come vedete siamo appena all'inizio, ma piano piano, la stiamo personalizzando.

In settimana dovrebbe arrivare l'armadio della camera (si siamo ancora con gli scatoloni) e soprattutto la culla, che fa parte della nostra famiglia da quasi 50 anni. E' per me un grande onore poterla usare e non vedo l'ora di foderarla e ammirarla.


Anche se la tovaglia è stropicciata, le tisane sono ancora nelle buste invece che in sfiziosi barattolini vintage, la teiera è spaiata dalle tazze vi offro un tè col cuore e soprattutto accompagnato dai biscotti di meliga (tra i miei preferiti) per condividere con voi la mia felicità e augurarvi una buona giornata.

gnam gnam..

Vi tengo aggiornate, ma voi fate lo stesso!!
Un abbraccio forte 

Angela

Ti potrebbe anche interessare..

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...