mercoledì 18 dicembre 2013

Natale 2013: saluti e giveaway

Vi capita mai che la vita vi risucchi tante energie da non averne più per le cose di sempre? come postare, avere il tempo fare un bagno caldo di un'ora... quelle cose lì.. belle e che vi fanno sentire bene? A me sì, o forse sono io che mi prendo sempre più tempo per vivere e allora abbandono un pò il mondo virtuale e.. continuo a lavarmi, ma con docce veloci.

Tra una settimana esatta è Natale, mamma mia com'è volato il tempo.. a casa, ci siamo persino dimenticati di portare su l'alberello, così tra la casa sempre colorata e la luce di questi giorni a Milano l'atmosfera sembra di fine estate.. poi metti il naso fuori e un po' freddo lo fa.. però come "mood" siamo decisamente poco natalizi in casa, se non fosse, per due pupazzetti di legno che Marco ha preso a New York l'anno scorso e pendono immobili dalla ridondante mensola della cucina.
Insomma in casa casina non c'è l'albero ma c'è tanta vita, quest'anno va bene così.


Forse, come le solite decorazioni, anche noi siamo cambiati durante questo lungo 2013.. anzi, credo proprio di si. E questo, quest'anno, è l'unico augurio che vi faccio.. senza retorica e gingilli.. Vivete, Viviamo, Godiamoci le cose, anche quando non sembrano così speciali, perché ogni momento è unico. Voglio lasciarvi però con un dono, un giveaway "invernale": una bella casetta di legno sotto la neve... una casetta del negozio Pilàf, a cui tengo molto


uniche regole: essere possibilmente mie followers, 
lasciare un commento su una cosa bella che farete a Natale 
se non avete blog almeno un indirizzo mail per contattarvi in caso di vittoria. 
Scadenza 06.01.14


Buon Natale, buone feste, buona famiglia e buoni amici!!! 

Per chi di voi fosse ancora alla ricerca di regali o fosse interessato all'argomento, consiglio di leggere questo post di Grazia, acquisti di natale

Vi abbraccio forte forte forte

Angela






giovedì 28 novembre 2013

violenza: ne parliamo o no?

Non è la prima volta che parlo di violenza sulle donne, però purtroppo nonostante tutti se ne parli le cose non sono cambiate ed il numero di donne uccise nel 2013 fino ad oggi è un numero maggiore del 2012 e 2011. Come mai? come mai continuiamo a parlarne e le cose sembrano addirittura peggiorare???
Mi sono posta questo pensiero e mi sono data risposte irrisorie, forse però sbagliamo obiettivo, perdiamo tempo ed energie.. dobbiamo cambiare strategia.
Come si può parlare di "ribellione" alla violenza sulle donne quando ogni domenica in mille campetti di calcio nel nostro paese, padri e a volte madri incitano i bambini a fare falli, a picchiare i compagni e, quando sono educatissimi, semplicemente ad una competizione a sangue? Perché nessuno dice niente e questi numerosi genitori passano per fans dei propri figli? Perchè l'insulto facile nelle coppie e anche sui bambini passa sereno e spontaneo come se niente fosse? mi è capitato proprio ieri di sentire una mamma dire a una bambina che avrà avuto meno di 10 anni: "Martina, te l'ho appena spiegato allora sei proprio stupida!". 
Ma come si permette una mamma di dire così al proprio figlio??... Scappa, a volte sai la rabbia.. e giù titoli e imprecazioni contro bambini che spesso reclamano solo un pò d'attenzione a questi genitori pieni di rancore, stanchezza, nervosismo e stress. 

Altra frase, che mi tocca nel profondo e mi fa davvero male ogni volta che la sento:
"ma dai, fai sta cosa, mi sembri "handiccapato" o "mongoloide"!" purtroppo anche questo lo sento spesso e se qualcuno penserà, "ma Angela, ma che gente frequenti?"
la mia risposta è: io frequento persone per bene, gente normale ma spesso capita di sentire anche tra amici insulti apparentemente banali, la differenza è che io ci faccio caso, per molti sono la normalità!!!

Tutta questa è violenza, tutta questa è crudeltà verso i bambini, verso chi è un pò più fragile. In questo mondo che corre basta perdere 2 minuti che sei un cretino, sfigato, ritardato. 
E poi però andiamo tutti in piazza contro la violenza sulle donne.
Ecco forse dovremmo fare tutti un passo indietro e preoccuparci di non essere noi persone violente, con le parole, con i gesti..e forse arriverà il giorno che quando uno alzerà la voce, non sarà più normale, ma violento.

Buona giornata
Angela

martedì 26 novembre 2013

attesa..

pian pianino arriva il freddo, dopo un autunno soleggiato e caldo, (almeno qui a Milano)
pian pianino l'atmosfera si riempie di colori (o almeno così voglio vedere)
e pian pianino arrivano giorni festa, occasioni per stare insieme piccoli ponti (si lo so che quest'anno perdiamo pure l'immacolata che cade di domenica..).
Quest'anno più che mai voglio godere del prezioso tempo insieme alla mia famiglia e ai nostri amici, sto già iniziando a confezionare qualche regalino, dipingere qualche biglietto, comprare piccole decorazioni per la casa, insomma.. almeno "spiritualmente" sto cercando di entrare nell'onda positiva e di allegria che precede il Natale. Anche se, ogni anno che passa, ammetto di fare sempre un pò più di fatica.. Ah quand'ero bambina..(ma questo credo possiate dirlo anche voi..)

Quest'anno poi sia io che Marco siamo ancor più eccitati dall'arrivo di una nipotina, che spunterà nel mondo, proprio insieme a Babbo Natale, o almeno in quei giorni di festa. 
Non ci resta che aspettare con devozione e soprattutto l'augurio che anche l'attesa possa essere un'occasione di gioia e felicità.. Quasi quasi quest'anno farò pure un bel calendario dell'avvento, però devo sbrigarmi... ormai manca poco..!


"Susanna, ti aspettiamo per coccolarti, sostenerti e giocare insieme"

Mi raccomando, cerchiamo tutti, dentro di noi, un buon motivo per essere felici ed avvicinarci al Natale con lo spirito positivo di chi ama. Ci sono sempre motivi per buttarsi giù, soprattutto in questo periodo, ma dato che le emozioni sono contagiose, siate voi i primi a "diffondere" allegria!

Un abbraccio forte forte
Angela

martedì 19 novembre 2013

zucchero bianco

Ciao ragazze, oggi volevo parlare con voi di abitudini alimentari e soprattutto vorrei capire meglio il "boicottaggio" dello zucchero bianco che incontro spesso su libri, riviste etc... Mi sono un pò documentata anche on.line e sembra davvero che questo semplice elemento, comunemente usato in casa, non sia nulla di buono.



  1. "Lo zucchero bianco, che ogni giorno introduciamo nel nostro corpo direttamente così com'è o attraverso dolci, caramelle, bevande.. e' il prodotto finale di una lunga trasformazione industriale che uccide e sottrae tutte le sostanze vitali e le vitamine presenti nella barbabietola o nella canna da zucchero che sono il punto di partenza per la produzione dello zucchero. Il fine e' quello di renderlo piu' bello alla vista del consumatore: il colore bianco e' migliore ed accattivante.
  2. Le sostanze zuccherine sono alimenti importantissimi della nostra dieta poiche' rappresentano la fonte primaria per la produzione di energia che serve a far funzionare correttamente tutto il nostro organismo, ma lo zucchero bianco, cosi' come viene attualmente prodotto, e' una sostanza innaturale e dalle caratteristiche tossiche.
  3. Il succo zuccherino proveniente dalla prima fase della lavorazione della barbabietola o della canna da zucchero, viene sottoposto a complesse trasformazioni industriali: prima viene depurato con latte di calce che provoca la perdita e la distruzione di sostanze organiche, proteine, enzimi e sali di calcio; poi, per eliminare la calce che e' rimasta in eccesso, il succo zuccherino viene trattato con anidride carbonica. Il prodotto quindi subisce ancora un trattamento con acido solforoso per eliminare il colore scuro, successivamente viene sottoposto a cottura, raffreddamento, cristallizzazione e centrifugazione.
  4. Si arriva cosi' allo zucchero grezzo. Da qui si passa alla seconda fase di lavorazione: lo zucchero viene filtrato e decolorato con carbone animale e poi, per eliminare gli ultimi riflessi giallognoli, viene colorato con il colorante blu oltremare o con il blu idantrene (proveniente dal catrame e quindi cancerogeno). Il prodotto finale e' una bianca sostanza cristallina che non ha piu' nulla a che fare con il ricco succo zuccherino di partenza e viene venduta al pubblico per zuccherare gran parte di cio' che mangiamo". 
fonte: disinformazione.it

Io da diversi anni uso lo zucchero grezzo di canna, ma per i dolci mi sono spesso fatta "ingannare" dallo zucchero bianco e d'ora in poi lo eliminerò del tutto. Non ho parlato dell'aspartame o zuccheri light perchè immagino sia ormai più che conosciuta la loro pericolosità. Di recente però ho sentito parlare della stevia, una pianta dalle proprietà zuccherine e poco calorica che può essere usata al posto delle famose "pastigliette chimiche". La conoscete? cosa ne pensate della storia dello zucchero bianco? Dovremmo smetterla di documentarci e credere agli studiosi che pongono messaggi d'allarme o essere sempre più attenti? Fatemi sapere la vostra


Buon martedì
Un abbraccione 
Angela

martedì 12 novembre 2013

il mio fine settimana in 10 parole..

consegne
cavoli e cavoletti
miele
papà
amici 
cheese cake 
cappotto arancione
film
vebab (kebab vegano)
coperte

Ho appena finito un mini corso di arte della parola, dove ho imparato a "emettere suoni senza senso" per sviluppare al meglio la mia voce. E' stato interessante e soprattutto l'occasione per fare cose nuove senza per forza dover "pensare", cosa che trovo assai difficile, data la mia forte razionalità. Ho imparato da questa originale esperienza anche a lasciarmi più andare quando faccio cose che non mi sono congeniali.. prova per me davvero ardua. Insomma sto imparando.. sto lavorando su di me.. Trovate il tempo per voi e se potete ritagliatevi uno spazio questa settimana per imparare una cosa nuova.. una cosa qualunque, vi sentirete meglio!
Quali sono le vostre 10 parole del weekend appena passato?
Buon martedì a tutte.

Un abbraccio,
Angela

giovedì 7 novembre 2013

la droga

Buongiorno amiche, come state? Io questa mattina un pò rincoglionita, a dirla senza mezzi termini. Ieri sera ho fatto tardi perchè mi son vista tutto uno speciale sulla droga su Laeffe. Mannaggia a me quando lo faccio, so che poi dormo male, mi riempio di brutti pensieri e in fondo non imparo nulla di nuovo. Vedere così tante persone perdersi, rovinare le loro vite, quelle delle loro famiglie mi ha fatto male. Mi fa sempre tanto male al cuore vedere "i mali del mondo", non riesco a pensare che infondo la cosa non mi riguardi. Mi tocca comunque. La droga è da sempre qualcosa che mi fa tanta paura, paura di cadere in questo vortice di dipendenza, senza poter contare sulla pienezza della tua testa, che è secondo me, la cosa peggiore che possa succedere. Oggi volevo parlare di tutt'altro ma questa mattina proprio non riesco a far finta di niente. Se c'è così tanta cocaina che gira tra le persone, anche giovanissime, forse è un problema che riguarda tutti e non voglio mettere la testa sotto la sabbia.

Sono molto severa con le persone che buttano via la loro vita perchè ho troppo rispetto per le persone che non hanno le stesse possibilità che abbiamo noi di fare anche le cose più semplici, come camminare o guardare, ma... davanti alla forza di volontà e all'amore di chi riesce ad uscire da un tunnel così difficile non posso far altro che abbassare la testa ed essere felice di sapere che tutti hanno una seconda possibilità. Oggi il mio post è dedicato a chi ce l'ha fatta. 

E cerchiamo noi, io per prima, di non avere paura, orrore e diffidenza verso chi è caduto se poi è riuscito ad alzarsi. Queste persone sono degli eroi.

Buon giovedì
Angela

martedì 5 novembre 2013

foliage

Ieri ero ad un corso e si parlava di quanto fossimo fortunati a vivere in una zona del mondo dove possiamo godere di 4 stagioni differenti. In effetti è una cosa alla quale non avevo mai pensato. E' facile constatare "si, sono fortunata perché se fossi nata in Africa, in un villaggio, sarei povera e farei una vita diversa.." ma senza soffermarmi troppo sul fatto che oltre agli agi e alle comodità "perderei" anche 4 momenti diversi dell'anno. Voglio così imparare a godere di tutto, anche delle stagioni.. con l'autunno poi è facile perché è la mia stagione preferita, l'ho detto più volte. Non vedo l'ora di andare con Marco durante il week end in qualche bosco, anche nella periferia di Milano, per vedere il "foliage". Certo non sarà lo stesso spettacolo del Canada, ma sapremo accontentarci!



foto dal web

Conoscete qualche posto magico dove vedere la natura in autunno in Italia? Segnalatelo nei commenti, magari sarà utile a qualcuno!!! é bello poter condividere un posto "segreto".Vi abbraccio e vi offro virtualmente una tazza di thè bianco con profumo di agrumi e gelsomino..e qualche biscottino al burro, speziato alla cannella.

A proposito di foto spettacolari vi segnalo questo sito di un giovanissimo talento italiano. 
Vi consiglio una sbirciatina, perché le sue foto sono SPETTACOLARI.

Buon martedì,
Angela

giovedì 31 ottobre 2013

risotto lilla (facile, economico, di stagione)

Questa non è una ricetta per Halloween, però diciamo.. visto il colore ed il fatto che è talmente delicata da piacere anche ai bambini potete usarla magari per qualche cenetta "stregata". Questo è il periodo di cavoli, cavolini e cavoletti e poiché in casa casina cerchiamo di mangiare solo frutta e verdura di stagione questa ricetta è un nostro classico autunnale, in più è un piatto vegetariano e super allegro, perciò dovete provarlo! Farlo sarà una scemata.

Ingredienti x 4p: una cipolla grande, mezzo cavolo rosso, 500 gr di riso, burro o olio (come preferite), sale e un pò di grana.


Allora, fate soffriggere in olio o burro (come volete..qui non ci sono regole) la cipolla ed il cavolo tagliato a striscette piccole, poi quando il tutto sarà quasi cotto togliete dalla padella metà composto, frullatelo e mettetelo da parte. Aggiungere il riso al cavolo e cipolla rimanente in padella e regolatevi di sale. Aggiungete acqua (o brodo.. come siete abituate) e man a mano che il riso cuoce anche il cavolo frullato così si colora ben bene. A fine cottura una spolverata di grana e via!
Il risotto così fatto è in realtà molto delicato quindi se volete dargli un tocco in più potete fare a parte una fondutina di gorgonzola o di qualche altro formaggio un pò gustoso e giocare di creatività nella combinazione del piatto. 

Buon giovedì a tutti e buon ponte a chi potrà staccare un po dal lavoro.. 
cosa farete di bello? Noi torneremo a casa per un weekend in famiglia.

Un abbraccio grande

Angela

martedì 29 ottobre 2013

Design e Ambiente: cornici fatte di scarti

Chissà cos' hanno pensato gli invitati al nostro matrimonio che ci hanno regalato cornici d'argento nel vedere che per i nostri testimoni noi abbiamo scelto di regalare cornici di legno di scarto...


Sì proprio così, da alcuni anni ho scoperto quest'azienda e la adoro: fanno cornici con pezzi di legno di scarto presi da navi, case, baracche.. insomma riciclano e tutto in Sud Africa, dando lavoro a diverse persone in difficoltà. Oltre al lato etico e ambientale io le trovo bellissime ed il fatto che siano tutte diverse è la prova di questo lavoro artigianale! 
Guardate il sito Luna Designs 


Potete trovare queste cornici a Milano, in Corso Garibaldi n°44 e al 6° piano della Rinascente.

Se conoscete altre aziende che fanno prodotti con materiali di riciclo, che siano anche belli ed economici per favore segnalate.

p.s A proposito d'ambiente.. guardate il mercoledì sera alle 21.10  Laeffe (canale 50) ci sono sempre molti servizi interessanti!

p.s2 Segnalo al Cinema "Vado a scuola", film-documentario di Pascal Plisson che narra o meglio documenta il tragitto che 4 bambini devono fare ogni mattina per andare a scuola. Samuel in India, Carlito in Patagonia, Jakson e Salome in Africa etc.. non è un film drammatico e lo consiglio vivamente anche ad un pubblico di bambini sopra i 6 anni. Potrebbe non essere presente in molti Cinema, ma vale la pena cercarlo.

Un abbraccio forte
Angela

giovedì 24 ottobre 2013

Oggi poesia. Perchè fa bene


Come l'albero non finisce
con le punte delle sue radici
o dei suoi rami,
e l'uccello non finisce
con le piume e col suo volo,
e la Terra non finisce
con i suoi monti più alti:
così anche io non finisco
con le braccia, i miei piedi,
la mia pelle,
ma mi espando di continuo
con la mia voce e il mio pensiero,
oltre ogni spazio e ogni tempo,
perchè la mia anima è il mondo.

Norman H. Russell
Indiano Cherokee


Buon giovedì e buon weekend! 
p.s scrivetemi poesie che vi piacciono o scrivetele e condividetele sui social network, 
fa bene leggere le poesie! Fa bene a tutti

Angela

martedì 22 ottobre 2013

Lavoro oggi. Lavorare meno si può.

Oggi voglio parlare di un argomento duro e difficile, ma anche vario e attuale: il lavoro.
 Soprattutto vorrei raccontarvi com'è cambiata la mia vita in meglio da quando ho deciso li lavorare meno.

Esattamente un anno fà ho chiuso le porte con un lavoro full time a Milano che era abbastanza sicuro e che mi permetteva una certa autonomia "allo sfizio". Quando ci siamo trasferiti qui ho iniziato a lavorare subito con la produzione e quindi attraverso il mio lavoro di artigiana (cosa che continuo a fare ancora oggi da anni ormai, ma che ovviamente non mi garantisce una certa stabilità). Così ho iniziato quasi come "un'esperienza in più" a lavorare in una boutique nel centro di Milano ripromettendomi che sarebbe stato solo per un periodo affinché non avessi ingranato. Data la buona esperienza nel settore non è stato difficile trovare il mio "buon posticino" e da lì a qualche mese mi sono completamente calata nel nuovo mondo. Sì c'era la competizione è vero, ma c'erano anche i "premi", sì ero un pò stressata, ma avevo il mio buon stipendietto fisso tutti i mesi, sì non avevo tempo per fare i miei lavoretti, ma ormai ero una cittadina e cosa vuoi... Sì lavoravo anche nei weekend, ma sai è normale oggi giorno, anche a Natale, ma che ti credi...? Questi sono i tempi, sì arrivavo a casa a volte nervosa e irascibile, ma tutti hanno qualche scaramuccia sul lavoro, fino a che..

Un giorno, finito di lavorare sto per prendere la metro per tornare a casa e le porte mi si chiudono in faccia. "Mannaggia, vabbè c'è la prossima tra 3 minuti e mezzo" penserei ora, invece no, quel giorno, l'aver perso la metro mi fece incazzare terribilmente, tanto che avrei voluto lanciare il telefono sul binario. Tutto questo perchè? Perchè volevo tornare a casa e non potevo aspettare, perchè lasciare 3 minuti e mezzo del mio tempo così per strada, quel giorno, mi sembrava troppo. Il giorno dopo mi sono licenziata, quel lavoro non faceva per me. Da quel momento ad oggi è passato un anno e matrimonio a parte, è stato uno degli anni più belli della mia vita, persino nella Milano che tanto non mi piace. 

E' stato un anno di sacrifici per carità, sono tornata al mio lavoro di sempre con ancora più passione, nei mesi più difficili ho tamponato facendo la tata e mi sono scoperta una buona "educatrice"che adora il mondo dei bambini, ho trovato il tempo per continuare i corsi d'arte che avevo iniziato, ho ritrovato il piacere di aspettare Marco a casa e preparare la cena con calma, qualunque cosa ci sia nel piatto. Insomma, ho riscoperto il valore del mio tempo.

Ancora oggi quando devo fare delle rinunce su qualche acquisto che in un altro momento avrei fatto senza difficoltà o quando invitiamo amici a cena piuttosto che andare tutti a mangiare al ristorante, ogni volta, penso che ne valga la pena. Ho imparato che gestirsi bene il tempo è una dote preziosa e posso fare molte più cose di quelle che avrei fatto prima quando lavoravo full time, bisogna solo rivedere le proprie priorità.

Questo non vuole essere uno schiaffo per chi cerca lavoro o a chi il lavoro l'ha perso, vuole solo essere un altro punto di vista, un'altra idea di vita, più semplice, più consapevole, ma ricca ugualmente.

A questo proposito se volete approfondire il tema della discussa decrescita felice, vi consiglio il blog di Grazia Cacciola. Io ho letto anche il suo libro e l'ho trovato mooolto interessante.

Un abbraccio forte,
fatemi sapere la vostra opinione

Angela

giovedì 17 ottobre 2013

generazione di trentenni... solo cretini?

Spesso sento dire che la mia generazione è sfortunata, triste e senza prospettive. 
Per chi vive nella realtà delle cose e non sulla luna, spesso queste affermazioni hanno un senso compiuto e un fondo di verità: non c'è lavoro, siamo in pena crisi economica, sociale e culturale, non c'è nei giovani l'interesse alla politica che esisteva nella generazioni dei nostri genitori e bla bla bla...

Qualche giorno fà mia mamma mi ha chiamato al telefono e mi ha chiesto cosa stessimo facendo in casa, io senza pensarci ho risposto: "Sto preparando cena e Marco si sta stirando le camicie" e mia mamma: "che bravo ragazzo, sei fortunata". Ora, sicuramente io sono fortunata ad avere un marito (mi fa un pò effetto dirlo) che mi aiuta nelle faccende domestiche ma è anche vero che la mia generazione si "Arrangia". Tutti i nostri amici, maschi e femmine senza distinzione, sanno cucinare e pulirsi casa. Non ci sono più compiti per lei e compiti per lui e questo mi sembra una cosa positiva che spesso non si dice. Anche le giovani coppie che hanno un figlio spesso condividono al 50% le scelte educative e la semplice vita quotidiana con i bambini e questa è un'altra cosa che non c'era prima. Non che i nostri papà non fossero bravi, ma spesso era la mamma il riferimento principale, oggi non è più così e molti giovani papà dedicano molto più tempo ai loro figli.
Queste cose vanno dette e riconosciute, poi senza dubbio ci sono anche trentenni senza valori che vivono solo alle spalle dei genitori, ma forse questi ci sono sempre stati. 


foto rubata ad una giovane famiglia al parco

Quindi basta dare addosso a stì giovani! Iniziamo ad esser positivi e a guardare anche il lato "buono" delle cose, ne abbiamo tanto bisogno. Non vogliamo sempre esser affondati di disfattismo! Siete d'accordo? Quali sono le altre cose che secondo voi "funzionano" meglio nella nuova generazione di trentenni? 

Un abbraccio

Angela positiva (che poi io mica sono trentenneoh!! ne ho 27)

p.s non c'entra nulla,  ma visto che l'ho fatto oggi mi pare giusto parlarne un attimo:
Ogni tre anni potete fare il PAP TEST gratuito nel consultorio più vicino a casa, è questione di un attimo ed è molto importante. Prenotate subito!!!



martedì 15 ottobre 2013

5 cose per migliorare il mondo

Eccomi, finalmente sarete contente di vedere un post nel blog che non parla nè di matrimonio, nè di viaggio di nozze! So che avevo promesso un reportage di foto del nostro Gran Giorno ma avendolo pubblicato su Fb direi che ho assolto il compito lo stesso. Non sia mai che questo blog diventi solo una pagina di autocompiacimento.. dov'è finita la Angela battagliera e suoi post d'interesse "mondiale"??? 

Eccoci qui. 
Oggi voglio discutere con voi di alcuni piccoli, semplici e innocui gesti che tutti possiamo fare per migliorare il nostro mondo, per toglierci dalla stupida posizione di persone che "da sole non possono nulla davanti all'irreparabile". 

1) Farsi il caffè con la moka invece di usare la macchinetta del caffè! Sì, sarà pratica e il risultato migliore o diverso, ma contribuiamo pesantemente ad accumulare plastica (pensate in ufficio a quanti bicchierini e palette per lo zucchero si consumano in un giorno...), senza dimenticare le cialde.. ma dove vanno tutti questi rifiuti inutili?????  Quindi, se volevate comprarla, rifletteteci un secondo, magari investite di più su una miscela per caffettiera di qualità e se già l'avete, almeno usate tazzine di ceramica che si possono lavare. In ufficio, in palestra, in tutti i luoghi dove prendete il caffè alla macchinetta... usate la vostra tazzina e coinvolgete amici e colleghi in questo piccolo e semplice gesto etico. 

2) Acqua minerale in bottiglia o del rubinetto? Sembra la domanda classica per eccellenza. Siamo il paese in Europa che beve più acqua minerale in bottiglia. Ma perchè? Io personalmente a Milano e nel nostro quartiere ho trovato difficile bere l'acqua del rubinetto per il forte apporto calcareo e il gusto di cloro, ma basta informarsi un pò ed ho trovato distributori gratuiti d'acqua controllata ovunque! Oppure perchè non cercare una fonte vicino casa e prendersi l'abitudine la domenica di andare tutti a prendere l'acqua???? Sembra una cosa così strana?? Eppure continuiamo a comprare bottiglie di plastica, contribuendo ad alimentare un ciclo infinito di scarti e bere spesso acqua minerale vecchia e stantia.

3) Comprare fogli e quaderni di carta riciclata. Esistono e spesso non sono più costosi di materiale "di marca". E' una scelta semplice e molto importante per l'ambiente. Ho notato che molte cartolerie non sono molto fornite: allora chiedeteli, fateli ordinare, cambiate negozio, ma non cadiamo nell'abitudine cieca di acquistare senza pensare. Anche i volantini, i bigliettini, le riviste stupide... è tutta carta INUTILE che viene sprecata. Per non parlare delle persone che credono di fare la raccolta differenziata buttando nell'apposito contenitore un sacchetto di plastica pieno di carta. (l'ho notato spesso nei cassonetti) Cazzarola ma se è della carta, anche il sacchetto che usiamo per raccoglierla deve esserlo!

4) Io forse sono più radicale nella mia scelta di "abbigliamento" e salvo eccezioni ho deciso di usare i vestiti di sempre che pigravano in letargo da anni nell'armadio, ma.. in generale, siamo sicuri che questa moda a basso costo sia così intelligente? Amare il proprio aspetto e il proprio look vuol dire per forza fregarsene dell'etica del lavoro, della qualità dei materiali e dell'ambiente? Credo proprio di no! Ogni volta che compriamo l'ennesima maglietta con la solita etichetta Made in China, Bangladesh, India, Bulgaria..etc contribuiamo a rendere il nostro paese più povero, eticamente, economicamente, culturalmente.. pensiamoci!

5) siamo invasi da programmi televisivi e riviste culinarie che parlano di cibo e di come riciclare gli avanzi eppure i dati parlano chiaro, buttiamo via tantissime cose da mangiare. Ma sì uno zucchino ogni tanto cosa vuoi che sia? Uno zucchino qui e uno yogurt là e alla fine potremmo risparmiare soldini o dare da mangiare ad altre persone che non possono. Giustificarsi sempre non è corretto. Impariamo dai nostri "vecchi" un pò di sana economia domestica.. Chiedere un consiglio ad un anziano è sempre una bella cosa! 


Questi sono solo 5 semplici punti che possiamo con facilità portare nella nostra vita per migliorarla sotto tanti punti di vista. Non voglio essere presuntuosa, semplicistica e bacchettona, ma solo usare il blog anche per sensibilizzare un pò tante persone che senza pensarci contribuiscono a fare scelte sbagliate. Se avete altre idee commentare il post, suggerite link, parlatene.. !!

-Cercherò di postare con regolarità il martedì e il giovedì-

Un abbraccio forte forte
Angela

giovedì 10 ottobre 2013

SUDAMERICA in foto












Spero che questo piccolo assaggio di viaggio vi sia piaciuto! 
Un abbraccio forte

Angela

lunedì 7 ottobre 2013

SUDAMERICA in poche parole

Fà un pò effetto riprendere il blog dopo un mese di assenza e così tante cose successe. Non vi farò 10 post con tutte le tappe del viaggio e vari indirizzi, tanto non credo siano fondamentali, ma vi dirò a caldo cos'è stato per me quest'avventura.. così lontana e importante.

Prima di partire immaginavo un viaggio completamente diverso da quello che abbiamo fatto. Forse pensavo, ingenuamente, di trovare artigiani sulla strada e capannette di legno qua e là. Non è stato così.. affatto. Abbiamo visto molta povertà e gli strascichi di una globalizzazione che ha distrutto tantissima storia e tradizione. Ma, mano a mano che passavano i giorni.. ho anche visto molte cose in chiave diversa, lasciando al vento alcuni rigidi filtri "occidentali". Dopo la prima settimana a Buenos Aires e alle cascate di Iguazù ci siamo decisamente allontanati dai ritmi caotici delle città e dai circuiti turistici e ci siamo addentrati nei villaggi andini fino quasi a divenire un tutt'uno con la natura o Pachamama (Madreterra) come dicono in lingua Quecqua. Abbiamo attraversato in jeep deserti, lagune piene di fenicotteri, montagne e saline. Tutto questo in 4: io, Marco, Jessica (la guida) e Reinaldito (il choffer). Un'avventura pazzesca, forte e intensa.

Quando si spegnevano da sole le luci in un albergo nel deserto del Sioli, il più secco del mondo, dopo sole 3 ore di elettricità e dovevamo accendere le candele ho pensato più volte "ma che viaggio di nozze stiamo facendo?.. non abbiamo acqua calda ne luce!"

Poi leggevo l'entusiasmo negli occhi di Marco nel vivere quest'avventura da soli io e lui e dopo aver bevuto un bollente mate di coca per contrastare il mal di testa dovuto all'altitudine e aver visto un tramonto così vivo.. mi addormentavo felice.
Quando siamo arrivati al Salar de Uyuny, 12mila km quadrati di sale ho sentito per la prima volta nella mia vita il vero rumore del silenzio e della pace. Gli occhi non possono vedere tutto quel riflesso senza lenti protettive efficaci e la tua testa è intorpidita da tutto quel bianco e silenzio. Sei in mezzo al nulla o al tutto? e chi lo sà?

La Paz, quasi ultima tappa. Un città a 4000mt di altezza, l'unica città ad essere completamente diversa dalle altre città del mondo. Perchè? Perchè è costruita sulle montagne e abitata dagli Indios, così fieri e forti, 800milapersone. Addentrarsi nei mercati indigeni è stata la più grande esperienza che abbia mai fatto. L'adrenalina della curiosità insaziabile e morbosa, la voglia di fotografare per condividere, pur sapendo che fosse proibito*, gli odori talvolta nauseanti che mi entravano in gola, la gioia e la gratitudine di essere lì, in quel posto nel mondo..così lontano da casa.. troppe, troppe emozioni.

e poi i cibi, gli alberghi, le persone, gli aerei, e il Ritorno, alla vita di sempre o alla nuova vita, chi può dirlo, di due ragazzi innamorati e felici, con tanti progetti e ambizioni, ma soprattutto grati di tutta questa fortuna.Questo è stato il mio viaggio di nozze. Presto un post di sole foto. Ma cos'è meglio per spiegare un viaggio? Le foto, le parole? non lo so.. ho pensato di condividere con voi entrambe, ma una cosa alla volta, perchè anche l'attesa è un'emozione!

*gli indios, essendo un popolo molto superstizioso, credono che facendogli una foto tu possa rubargli l'anima e se si accorgono che tu li stai "puntanto" ti vengono vicino e ti urlano di tutto o si coprono il volto con un cappello.

p.s oggi festeggio il primo mese da Signora (mi fà un certo effetto). Presto anche le foto "ufficiali" del gran giorno.

E voi come siete state? raccontatemi le vostre vite! 
vi abbraccio forte forte
Angela

lunedì 9 settembre 2013

HAPPINESS IS REAL ONLY WHEN SHARED

domenica 8 settembre, ore 21.01

...appena tornati a Milano, domani mattina sveglia alle 4.00, partenza per Buenos Aires, valige pronte, frigo spento, entusiasmo a volontà, ma a pensarci bene anche un po di stordimento... Cos'è successo questo weekend? Mi sono sposata. non mi par vero.

E' un vero peccato che le emozioni forti ti volino dalle mani come granelli di sabbia. La giornata di ieri è stata meravigliosa. Fulminea. Piena come non mai. La condivisione è stata la chiave di tutto, l'unico ingrediente segreto che ha reso la nostra festa, la festa di tutti, che ha cosparso sorrisi nelle persone, nell'aria.. persino nel cielo.. azzurro e limpido come non mai!

Tendo ad aggiungere sempre troppe parole, questa volta voglio dire solo quella giusta: GRAZIE!

 ai miei genitori soprattutto




                                                               
        foto by Pà-Pac


un piccolo assaggio per voi ed il nostro sito come promesso!!

vi abbraccio forte

Angela

lunedì 2 settembre 2013

ormai ci siamo...

Sono giorni.. forse settimane che penso di scrivere un post, di aggiornarvi sui preparativi, poi un po' il tempo che vola un po' la mia insicurezza nel trovare le parole e rimando.. ma che scrivo?.. e' il punto.

Non ho grandi novita' da condividere, ne' foto di vacanze straordinarie.. ma semplici giornate di vita felice, passate tra amici e famiglia in questo limbo di tempo che e' stato per me la preparazione del matrimonio.
Ma a che punto sei? vi chiederete... cos'hai fatto di cosi' speciale?? In realta' nulla di cosi' originale e fantasmagorico.. ho solo cercato di seguire il mio gusto e il buon senso.

Ci tengo a dire, per chi fosse come me in questo periodo magico o per chi ha in progetto il matrimonio che non e' nulla di cosi stressante e impegnativo come alcune fanno credere. Noi abbiamo deciso subito che avremmo fatto qualcosa di semplice e che ci rispecchiasse e lo stiamo facendo senza paranoie particolari.. poi ovvio, per me che e' normale cucire o allestire alcune cose sono piu' semplici, ma vi assicuro che non c'e' nulla di piu' divertente che preparare la vostra festa. Mi rende anche mooolto piu' tranquilla l'idea di un fotografo non invadente ma solo di fotoreportage,  il fatto di truccarmi da sola e di non avere estranei quella mattina a toccarmi la faccia o i capelli..

Per il resto.. sono entusiasta di come stanno procedendo le cose e pur non avendo una precendente idea di come avrei voluto realizzare questo passo, ora posso dire che e' tutto come lo desidero. I miei genitori non hanno condiviso alcune scelte, ma hanno saputo rispettarle ( papa' in ascolto..continua su questa strada!!) e questo mi rende serena. Per noi, come ho scritto piu' volte la cosa importante e' sposarci.. il resto sara' una festa! ( e speriamo che il tempo tenga...)

Ho fatto un sito sul nostro matrimonio, ma visto che ci sono alcuni dati e riferimenti personali ho deciso di non pubblicarlo fino alla data.. mi spiace ragazze, ma vi chiedo di capirmi, non vorrei che qualche pazzo del web venisse a fare scherzi strani o avere troppi curiosi. Con questo non prendetemi per una che se la tira.. magari poi non viene nessuno, ma preferisco proteggere in qualche modo questo momento importante per noi e per le nostre famiglie.  Vi prometto pero' che subito dopo pubblichero' il link!

Che altro dire.. non vedo l'ora di partire per questo viaggio zaino in spalla in Sudamerica e spero proprio al mio ritorno di essere una persona nuova, con mille idee in piu' e decisamente arrichita di vita. Questo pero' lo sapremo solo al nostro ritorno e spero soprattutto di trovare il coraggio per preseguire nuove scelte con piu' coerenza.. 

Vi abbraccio tutte e vi ringrazio di essermi state vicine.. chi di persona e chi virtualmente, questa settimana volera' e sabato speriamo sia una bella giornata di sole e felicita' per tutti.

p.s se riesco provo a scrivere qualche post dal viaggio, ma poiche' non abbiamo mezzi di comunicazione tecnologici da portare con noi saremo condizionati da internet cafe' argentini, cileni e boliviani..e quindi non so come potro' fare, ma questo e' parte del fascino del viaggio. No pc, ne' fb per almeno 3 settimane!

p.s 2 ultima cosa, ma non meno importante. Abbiamo trovato persone meravigliose in questi mesi di preparazione.. al mondo non ci sono solo stronzi che quando dici che ti sposi triplicano i preventivi e fanno gli altezzosi, abbiamo trovato persone professionali e disponibili e questo ci ha fatto tanto piacere! C'e' speranza!!


vi regalo uno sbircino, un momento... i miei genitori nell'atelier degli abiti!!!
 


Vi abbraccio forteeeeeeeeeeeeee

Angela




mercoledì 31 luglio 2013

vorrei spiegare al mondo..

vorrei spiegare al mondo che sto cambiando, che le cose che mi piacevano prima 
ora non mi piacciono più. alcune anzi, mi danno fastidio.

vorrei spiegare al mondo alcuni dei motivi che mi hanno spinta a diventare praticamente vegetariana, che non hanno niente a che fare col glamour o con la salute.

vorrei condividere più cose, più idee, più ideali con questo mondo sordo.

vorrei spiegare ai miei amici perchè abitiamo a Milano da due anni e conosciamo pochissimi locali e perchè nonostante la devastante ondata di moda a basso costo vesto sempre con gli stessi vestiti.

vorrei spiegare perchè ho scelto di lavorare meno e godermi più le cose
e perchè continuo a rifiutare la tecnologia anche quando vogliono regalarmela.

vorrei dire il perchè di questa mia attenzione a ridurre gli sprechi e di scegliere, 
quando posso, i viaggi con mezzi pubblici.

vorrei dire che non sopporto chi non si pone mai il problema e che amo invece le persone 
che credono in quel che fanno e migliorano le cose...

vorrei ammettere che è vero che ho un carattere impetuoso e a volte pesante, 
ma che sto allenando anche la calma e la pazienza.

vorrei parlare di tutte queste cose, ma spesso interessano a pochi,
alcuni dei miei stessi amici, bonariamente, ridono di questi miei pensieri.

Ma io continuo a cercare, a scavare, a chiedermi, a domandare, a sognare, a sperare..

lunedì 22 luglio 2013

che vi devo dire ragazze...

Carissime è quasi un mese che non posto..e mi sento in qualche modo di dovermi spiegare.. proprio come farei con una vecchia amica. Questo mese è volato.. completamente... pouff! Ho fatto tante cose.. i preparativi mi assorbono tanto tempo, soprattutto da quando ho deciso di fare tutto da me, dalle decorazioni in chiesa all'agriturismo scelto come location. Tirchieria????? Magari!!! No, manie.. smanie narcisistiche forse o semplicemente amore incondizionato per il mio lavoro, per creare..decorare..! I miei sono un pò preoccupati, preferirebbero che i gg prima del gran giorno io mi riposassi, andassi a farmi bella... macchè! Ho tutte le consegne che mi aspettano e mille cose da fare.. non c'è tempo per unghie e bigodini.. scusate, son fatta così! Per fortuna ho una carissima amica che mi dà una mano, almeno in due ci smezziamo questa avventura!!! Comunque, non voglio tediarvi con i preparativi, che peraltro in me producono felicità e non certo stress..

sono assente dal pc perchè sto vivendo troppe cose e non voglio avere obblighi e impegni, ormai sono 4 anni che scrivo e sapete che sono una blogger un pò sauvage?!?!? Il tempo libero che ho preferisco dedicarlo alle amiche, alla mia famiglia e a qualche buona lettura.. 

Qualche settimana fà pensavo da ragazzina perdevo ore a leggere poesie di Neruda, Becquer, Dickinson e adesso rischio di perderle su Facebook... che tristezza!!! non voglio cadere in questa trappola della dipendenza da social network...amo la condivisione, ma la vita e le emozioni, quelle vere, sono fuori!!!

In più vorrei prepararmi fisicamente e mentalmente al viaggio che faremo subito dopo e anche questo richiede tempo.. vorrei studiare bene le guide locali per arrivare fin lassù, nel più sperduto paesino sulle Ande e dire a mio marito: "tesoro, seguimi.. oggi è martedì e c'è il mercato rionale con i banchi di lana di alpaca!"

Che vi devo dire ragazze... !!!

Buon tutto.. ci si vede quando ci si vede...

p.s mi è molto dispiaciuto non aver ricevuto molte lettere aperte, mi avrebbe fatto piacere regalare uno spazio del blog per dar voce a qualcuno. Io rimango in attesa, se qualcuna di voi volesse farlo.
p.s2 qualche aggiornamento sui miei pasticci o pensieri lo trovate su Facebook, se volete scrivermi lì, ogni tanto mi trovate!
p.s3 Ciao ragazze!!!!!!!!!!!! Vi abbraccio forte forte


Angela

lunedì 24 giugno 2013

matrimonio: un viaggio pazzesco

Ciao ragazze, dato l'avvicinarsi del gran giorno e le mille cose ancora da fare riesco a postare con meno frequenza e non sono arrivata ancora al punto di preparare finti post tappa buchi! La verità è semplicemente che in questo momento ho altre priorità...siamo tranquilli, ma ogni tanto mi sale un pò d'agitazione perchè volendo fare quasi tutto da soli, si perde molto molto più tempo!

Ho fatto un sito sul nostro matrimonio e appena sarà operativo lo condividerò con voi.

Allora, oggi è il Monday Wedding e volevo parlarvi del viaggio di nozze.. (non è che vi siate buttate in mille pronostici per il viaggio..) Comunque vi svelo lo stesso il segreto... l'idea di partenza è di fare un viaggio unico nel suo genere e che difficilmente dopo potremmo rifare (quando magari avremo dei frugolini per casa).

Relax? atolli e bibite alla playa? mavaààà

Il nostro viaggio sarà pieno pieno pieno di cose da fare e da vedere:





Argentina del Nord, con Buenos Aires e la sua vitalità, le Cascate di Iguazù (una delle 7 meraviglie), i villaggi andini e le tradizioni sudamericane... la Bolivia, con la salina più estesa al mondo, a 5000 mt di altitudine, la Laguna verde e la Laguna Colorada, oasi di fenicotteri...e magici tramonti.

Questo sarà il nostro viaggio di nozze!!! natura al 100%, una grande prova fisica (viste anche le altezze) : un desiderio insaziabile di scoprire mondi lontani!!

Che vi aspettavate?????????? 
Vi piace l'idea??????????????????
Suggerimenti????????????????????

Se qualcuna di voi avesse fatto un viaggio simile, mi raccomando, si faccia avanti!

Un abbraccio grande!!
Angela

giovedì 13 giugno 2013

weekend spagnolo..

Amo Barcellona perche' ha il centro storico pedonale piu' grande d'Europa.. 
e ci si puo' perdere tra i suoi mille vicoletti pieni di colori e profumi!


Amo buttarmi nei suoi meravigliosi mercati ed assaggiare frutti esotici mai visti prima..



Amo trovare numerosi artisti di strada, perche' mettono allegria e fanno parte della nostra cultura..


Amo ritrovare un amico di terracotta (lasciato disperatamente nel negozio ad Ottobre perche' avevo la valigia stracolma) ed avere il coraggio questa volta di lasciarlo li perche' mi sento cambiata e so che non sono le cose a renderci felici..


Amo vedere le persone allegre e senza stress.. la crisi in Spagna e' forse piu' tosta che in Italia, ma le persone  sono sorridenti ed hanno piu' voglia di scambiare qualche battuta!

Amo assaggiare piatti tipici e scoprire nuovi gusti.. (ma quanto e' buono il gazpacho?)


Amo tutte queste cose di Barcellona, amo condividerle con voi.. come questo fantastico
 ostello, economico, pulitissimo e centralissimo..





ecco cos' abbiamo fatto questo weekend per festeggiare Marco, zaino in spalle e via!!!

Adoro viaggiare ed a proposito di viaggi lunedi' scoprirete la meta del nostro viaggio di nozze..curiose? provate ad indovinare...

Buona giornata

Angela

lunedì 10 giugno 2013

matrimonio: fotografo

La scelta del fotografo o fotografa è stata forse la più difficile affrontata fin ora, non solo per questioni economiche, ma anche per ragioni estetiche e di stile. 
Per quel che riguarda i preventivi ne abbiamo visti un pò di tutti i tipi e siamo giunti alla conclusione che sia giusto riconoscere la professionalità di chi lavora realmente nel mestiere, (cifre troppo basse puzzano un pò... ) ma che è anche vero che per una giornata di lavoro non si deve pagare al "professionista" la rata del mutuo, l'assicurazione dell'auto e l'università ai figli... insomma ci vuole buon senso.
Dipende ovviamente dalla disponibilità degli sposi, ma è giusto pagare 1500-2500 per avere un dvd con delle foto? A noi sembra proprio di no. Dico dvd perchè noi abbiamo deciso di stampare le foto in autonomia e risparmiare notevolmente sul costo degli album (notoriamente gonfiati rispetto al reale lavoro - chiedo scusa ai fotografi che leggeranno il mio post ma la penso proprio così). Detto questo il problema della spesa è forse (o quasi) il problema minore. Da quando la fotografia è diventata maggiormente alla portata di tutti anche l'occhio è diventato più critico ed esigente. Io e Marco abbiamo capito subito quale "stile" sentivamo più nostro. Abbiamo contattato diverse persone e fatemi togliere la soddisfazione di dire che alcuni fotografi famosi nei blog, sono scortesi, cari e se la tirano troppo per i nostri gusti. Alcuni tipo G&G non hanno neanche risposto alle nostre e.mail.. dei veri professionisti dell'educazione!! Comunque dicevo, abbiamo contattato diverse persone che fossero "specializzate" nel fotoreportage, ovvero che fossero brave nel cogliere i momenti spontanei  della giornata, senza dare troppa importanza alle foto impostate.. che grazie al cielo stanno passando di moda, tipo lei che annusa la rosa con aria sognante e lui che la guarda con passione e magari le tocca la giarrettiera... O MIO DIO NOOOOOOOOOO!!!!
Ho scelto di non pubblicare queste foto-tipo perché mi spiaceva che qualcuno potesse offendersi, ma davvero non si possono vedere, oppure con quei finti effetti dove tutta la foto è in B/N e il prato è verde...NOOOOOOOOO!! Le foto in B/N sono sacre e non vanno paciugate così! Come vedete sono una bacchettona!! 
Alla fine però conoscendo Paolo ci siamo resi conto di aver trovato la persona giusta. Primo motivo perché ci sono piaciute un sacco le sue foto, poi perché non ci ha proposto di pagare sciuè sciuè e ci siamo capiti.. ( molti ti mandano il listino e poi ti dicono.. se vuoi la fattura c'è l'Iva da aggiungere.. sticazzi), tre perché abbiamo pattuito che l'impegno sarà per la giornata (ovviamente con il buonsenso di entrambe le parti) e non  "dopo 5 ore sono 100€ l'ora grazie" (alcuni hanno detto così) , quattro perché ci siamo sentiti liberi di dirgli chiaramente quello che pensavamo ( su questo punto io non faccio molta fatica ;)

Detto questo aspettiamo di vedere il lavoro per dare un giudizio "ufficiale", però siamo tranquilli e questo è importante. 

photo by PaoloSoave.com

N.B Abbiamo diversi amici molto bravi nel fare fotografie ed alcuni specializzati in matrimoni, ma abbiamo deciso di non appoggiarci a loro per non fare torti a nessuno e per essere sicuri che potevamo liberamente esprimere dei giudizi e pensieri senza che l'amica o l'amico di turno potessero offendersi. Per esperienza personale abbiamo deciso di non mischiare le cose e garantire agli amici, che sono stati invitati solo per godersi la festa e non per lavorare! Con questo ben vengano foto extra di amici e parenti!

Mi sento di consigliarvi altri fotografi con i quali ci siamo trovati bene, ma che per motivi vari non abbiamo scelto. (Paolo mi spiace ma sono una blogger e devo essere un riferimento equo per le mie lettrici)


Questi citati sono tutti fotografi giovani e in gamba! 

N.B2 Se nel vostro paese non ci sono fotografi con le caratteristiche che cercate molti sono disponibili alle trasferte, pagherete qualcosina di più per il viaggio ma sarete più tranquilli di aver trovato la persona con la vostra stessa lunghezza d'onda!

Fatemi sapere la vostra su questo argomento così importante!!
Un bacione

Angela


Ti potrebbe anche interessare..

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...